La Vergine del Capoluogo / La Vergine del Rutor

Il culto di Maria.

LA VERGINE DEL CAPOLUOGO, BRILLANTE COME L'ORO
Copia della Madonnina del Duomo di Milano, la Vergine d'oro del Capoluogo è stata posta su un’alta colonna, a sua volta posizionata sulla Roccia di San Grato (che ritroviamo a pagina 29), in occasione dell'Anno mariano nel 1955.
Dominante la piazza della chiesa, testimonia il fervore e la diffusione della devozione mariana nella valle.

LA VERGINE DEL RUTOR, PIÙ VICINA AL CIELO
Creata dallo scultore Egisto Caldana di Vicenza, la Vergine del Rutor è alta 1,40 metri e pesa 170 kg. E’ stata posta in cima alla montagna nel 1958, trasportata su una slitta dagli Alpini, al costo di enormi sforzi.
Gravemente danneggiata da un fulmine nel 2002, è stata riportata a valle e restaurata prima di ritrovare il suo posto il 12 luglio 2003, accompagnata da due lunghe processioni di alpinisti e fedeli, tra cui il reverendo Angelo Pellissier, allora parroco di Valgrisenche, che quel giorno saliva per la 52° volta sul Rutor.

/home/saintgeraz/patrimoine/wp-content/themes/itineras/single-incontournables.php on line 93
pictoCoupDeCoeurIt'>

LA DEVOZIONE ALLA VERGINE

“All'ingresso del Capoluogo o sulla vetta del Rutor, dalla Cappella di Revers fino a quella di Châtelet, all'Oratorio del Dar come al museo della parrocchia, su una pietra di Chez Carral o su una roccia del Plan Vaudet, sono ovunque vi guidano i vostri passi, per proteggervi meglio. Scolpita nel legno o intagliata nella pietra, dipinta su una tela o incisa su una targa, vestita di bianco o adorna d'oro, sono la Vergine e immacolata, come questa neve che amate tanto.
L'unica differenza è che vi rivolgete a me per chiedere protezione quando le stesse nevi si fanno minacciose o invasive. Così come fecero gli abitanti di Fornet nel 1758, fondando una messa da celebrare nell'ottava di Nostra Signora della Neve".

AneddotoLA VERGINE PROTETTRICE DURANTE LA GUERRA

Vicino agli alpeggi della Grand’Alpe si trova una cappella scavata nella roccia che contiene una statua della Vergine.
È nota come l’oratorio di Marietta Viérin, costruito come offerta votiva nel 1950. E’ un ringraziamento alla Vergine per la protezione accordata alla sua famiglia, in particolare al figlio partigiano e al fratello, durante la Seconda guerra mondiale. Sopra l’oratorio si trova una croce portata dal reverendo Lettry e proveniente dal monumento del cimitero distrutto dalla valanga del 1970.

VERGINE DEL CAPOLUOGO
LOC. CAPOLUOGO
LON. 7.064244° / LAT. 45.630657°
1664 m (Accesso in auto, a piedi o in bicicletta)

VERGINE DEL RUTOR
PUNTA DEL RUTOR
LON. 7.014971° / LAT. 45.630787°
3486 m (ACCESSO D’ALPINISTA)

ORATORIO DELLA GRAND ALPE.
LOC. GRAND ALPE
LON. 7.02292° / LAT. 45.591031°
1996 m (Accesso a piedi o in bicicletta)