Altopiano della Croce

La fede radicata nel paesaggio.

LA CROCE DELL'ALTOPIANO DELLA CROCE. UNA MISSIONE CHE DURA E PERDURA.

Presenti su tutto il territorio, simboli dello stretto legame tra vita religiosa e vita rurale, le croci si susseguono, ma non si assomigliano. Alcune sono di legno, mentre altre sono di ferro o pietra. Alcune si ergono sulle vette, mentre altre sono sparse nella valle.
Quanto alla missione loro affidata, può trattarsi della segnalazione di punti di passaggio quali i crocevia, l’identificazione di punti strategici o simbolici o l’indicazione di un luogo di processione e benedizione.
Appartengo a queste ultime. Di quelle che vennero piantate per ricordare la salita all’alpeggio all'inizio dell'estate e la benedizione dei terreni, delle case e del bestiame da parte del parroco del paese.

OggettoSAINT-GERVAIS. UN BORGO SEGNATO DA DUE CROCI.

"Vi erano due croci a segnare i confini del borgo, una presso l'attuale parco pubblico, l'altra a valle del ruscello Dard. Era lì che il sacerdote era solito accogliere le spoglie dei parrocchiani provenienti dai villaggi lontani per condurle in chiesa. Spostate nell’ambito di riqualificazioni urbane, ne troverete una all’ingresso del borgo, al crocevia attuale della strada dei Contamines e di Megève, l'altra appena a monte del parco pubblico."

CAPPELLA DELLA COMBE
SAINT-NICOLAS DE VÉROCE,
74170 SAINT-GERVAIS MONT-BLANC
Lon. 6,71528985745°
Lat. 45,85280775230°
1450 M
Accesso